Granita al limone

Questo post è stato letto66volte!

Madre di tutta l’arte del sottozero, la granita, probabilmente simbolo dell’estate, è un dolce fresco e gustoso che si realizza con pochi ingredienti. Ma non è ghiaccio tritato, perché una buona granita non deve far percepire i cristalli, bensì deve essere una via di mezzo tra un gelato e un sorbetto.

Ingredienti

250 ml di succo di limone non trattato

200 g di zucchero semolato (in realtà la quantità va secondo i gusti, da 180 g a 250 g)

500 ml di acqua a temperatura ambiente

Procedimento

Lavate per bene i limoni, poi ricavatene il succo. Prima di questa operazione io li sbuccio, e conservo sempre la scorza per altre ricette.

Versate l’acqua e lo zucchero all’interno di un pentolino, quindi lasciate scaldare sul fuoco a fiamma molto bassa affinché gli ingredienti si amalgamino per bene. Quando l’acqua sarà diventata trasparente, lo sciroppo è pronto.

Togliete il pentolino dal fuoco, poi aggiungete il succo del limone, filtrato attraverso un colino.

Dopo aver verificato che il sapore sia di vostro gradimento (eventualmente, se troppo aspro, aggiungete dell’altro zucchero nello sciroppo ancora caldo, e mescolate fino a sciogliere), poi lasciate raffreddare completamente.

Potete preparare lo sciroppo anche con molto anticipo, e una volta freddo, potete conservarlo, fino all’utilizzo, nel frigorifero, coprendo la ciotola che lo contiene con della pellicola per alimenti.

Infine, versate lo sciroppo nella gelatiera e lasciate lavorare fino a quando la granita sarà diventata abbastanza compatta ma non troppo dura.

Prima di servirla, dividetela in porzioni, poi tenetela nel congelatore per un’ora.

Precedente Gelato al cioccolato Successivo Brioche col tuppo

Lascia un commento