L’arte di conservare il cibo

www.unacuocaimprovvisata.altervista.org

www.unacuocaimprovvisata.altervista.org

Cosa congelare, come congelarlo..

Carne, pesce, erbe aromatiche, frutta, pane, dolci: quasi tutti i cibi possono conservarsi congelati per diversi mesi, senza perdere le loro caratteristiche organolettiche. Alcuni prodotti possono essere conservati in freezer crudi, altri invece bisogna lessarli per pochi minuti in acqua bollente. Ci sono però regole e differenze da rispettare per ottenere i migliori risultati.

Inoltre, la durata di conservazione varia a seconda dell’alimento congelato: la carne dura da 6 a 9 mesi, i formaggi 4, il pane può conservarsi per 2 mesi e gli alimenti precotti anche fino a 4 mesi.

Carne:carne congelata

E’ uno dei prodotti che viene congelato più di frequente. Per tutti i tipi di carne bisogna eliminare la pelle e le parti grasse, tagliare la carne a fette e avvolgerla nella pellicola trasparente. Andrebbe ancora meglio se si ha la possibilità di sigillarla in un sacchetto sottovuoto. Se si congelano pezzi di carne per arrosti, brasati o bolliti è bene congelarli in parti di al massimo 2 kg.

Come congelare le polpette:preparate le polpette, senza cuocerle; distribuitele, ben separate l’una dall’altra, su un vassoio di cartone e mettetele in freezer; una volta che le polpette saranno congelate, toglietele dal vassoio e conservatele in appositi sacchetti. Oppure disponetele direttamente all’interno di un contenitore da freezer. Prima di essere cucinate, è bene ridisporle su un vassoio e lasciarle scongelare nel frigorifero.

Come congelare gli involtini: possono essere congelati una volta completata la cottura. Si lasciano raffreddare e si mettono in freezer disposti su un vassoio di cartone, ben distanziati l’uno dall’altro; quando saranno congelati,  si trasferiscono in un contenitore ermetico. In questo modo si conservano fino a 2 mesi.

congelare le uovaUova:

Le uova si congelano senza guscio, 

  1. Nel caso in cui vi va bene congelare entrambi le parti assieme, allora rompete il guscio e mescolate insieme tuorlo e albume in una vaschetta chiudibile ermeticamente. Per ogni uovo che desiderate congelare, aggiungete 2 grammi di zucchero o un grammo di sale (a seconda dell’utilizzo che se ne dovrà fare) in modo che all’atto dello scongelamento l’uovo riprenda la sua consistenza naturale.
  2. Nel caso in cui decideste di congelare le parti delle uova separatamente, allora rompete le uova, separatene delicatamente il tuorlo dall’albume e conservateli in contenitori di vetro assolutamente richiudibili ermeticamente. In base a ciò che ne dovete fare, aggiungete sempre un minimo di sale o di zucchero.

gamberettiPesci, crostacei e molluschi:

Si possono congelare tutti i tipi di pesce: vanno squamati, lavati e congelati quando sono freschissimi. I pesci di grandi dimensioni devono essere tagliati a pezzi.

 

verdure congelateVerdure e erbe aromatiche:

Possono essere congelate quasi tutte le verdure, tranne quelle ricche di acqua come l’insalata, i cetrioli e i pomodori. per un corretto congelamento delle verdure, è bene lessarle dai 2 ai 5 minuti in acqua bollente e sale (10 g per 1 l di acqua), quindi scolarle e passarle sotto l’acqua corrente; poi si asciugano e si mettono in freezer. E’ importante che le verdure siano freschissime, solo così conserveranno il colore, la consistenza, il sapore e il contenuto vitaminico.  Un’altro suggerimento, dopo la bollitura, come nel caso di peperoni o zucchine, è preferibile tagliarle già a tocchetti e conservarle in un sacchetto da freezer.

Le erbe aromatiche vanno lavate in acqua corrente, asciugate, tritate e messe in un sacchetto da freezer.

Ortaggi e verdure, così congelati durano 1 anno.

Per congelare la zucca: Lavatela in superficie con acqua fresca. Rimuovete il picciolo e tagliatela. Togliete i semi interni e i filamenti. Tagliate la polpa a cubetti e rimuovete la buccia. Lessatela per 1 minuto in acqua salata a bollore. Scolatela e passatela sotto l’acqua  fredda, per mantenere vivo il colore e bloccare la cottura. Tamponatela con uno strofinaccio pulito. Congelatela in un sacchetto da freezer o in un contenitore ermetico, facendo ben uscire l’aria e sigillando accuratamente. Così congelata la zucca si conserva per 12 mesi.

Come congelare le zucchine: lavatele accuratamente sotto acqua corrente e tagliate le due estremità. Tagliate a cubetti oppure a rondelle. Lessatele per 2 minuti in acqua salata a bollore. Scolatele e passatele sotto l’acqua fredda, per mantenere vivo il colore e bloccare la cottura. Tamponatele con uno strofinaccio pulito. Congelate le zucchine in un sacchetto da freezer o in un contenitore ermetico adatto al freezer, facendo ben uscire l’aria sigillando accuratamente. 

Come congelare il pesto: una volta pronto, si mette in un sac à poche e lo si spreme poco per volta nelle vaschette del ghiaccio, riempiendole circa a metà e coprendole con un filo d’olio, per evitare che il pesto annerisca. Coprite le vaschette con pellicola da cucina e fate congelare in freezer. Quando saranno induriti, togliete i cubetti uno a uno ( passando velocemente la base delle vaschette in acqua calda) e metteteli in un sacchetto del freezer o in contenitori ermetici. Così conservato il pesto dura dai 3 ai 6 mesi. Prima di utilizzarlo, è bene scongelarlo a temperatura ambiente.

Come congelare la ratatouille: si può congelare una volta cotta e raffreddata, sigillandola all’interno di contenitori adatti a supportare le basse temperature. 

Frutta congelataFrutta:

La frutta come fragole, mirtilli o ciliege va lavata, asciugata, privata di noccioli e riposta in freezer su un vassoio, coperta con un foglio di alluminio. Congelata, si trasferisce in contenitori sigillati. I frutti più grandi si congelano sbucciati, tagliati a metà, privati di noccioli o torsoli, e ricoperti con sciroppo di glucosio. 

pane-congelatoPane e impasti dolci e salati:

Pane e impasti si possono congelare riposti in sacchetti di polietilene ben chiusi o in contenitori ermetici.

La prima cosa da tenere a mente è che se è stato comprato in un forno e lo si vuole mettere via, bisogna congelarlo appena si arriva a casa. Se lo si lascia fuori a indurire non potrà che peggiorare rimanendo in freezer. A meno che non sia ancora caldo. In quel caso bisogna lasciarlo fuori il tempo necessario per raffreddarsi completamente, altrimenti condensa e una volta scongelato sarà molliccio.

Per congelarlo al meglio l’importante è scegliere la giusta carta avvolgente. La carta con cui viene avvolto nel forno infatti generalmente non è il massimo per il freezer, anche se per periodi brevi, come qualche giorno, non ha molta rilevanza. L’ideale è la carta trasparente a prova di vapore a cui va aggiunto un secondo strato di alluminio all’involucro se si pensa di lasciarlo lì per settimane o mesi. Ma solo dopo aver tolto completamente l’ossigeno dal sacchetto. Fasciare il pane in modo molto stretto infatti impedisce la creazione delle sacche d’aria dove si creano cristalli liquidi che lo induriscono una volta scongelato. Invece per eliminare l’umidità, e l’effetto molliccio, basta mettere in fondo al sacchetto un pezzo di scottex, o coprirne il pane prima di passare alla carta trasparente, in modo da assorbire l’umidità e mantenerlo friabile.

Un altro segreto è quello di congelare il pane dopo averlo tagliato a fette, in modo tale da scongerlarne solo la quantità necessaria, e soprattutto in modo molto più veloce. Il pane in formati importanti infatti impiega circa 3 ore per essere scongelato, l’ideale è lasciarlo nel sacchetto del freezer a temperatura ambiente. Se non si ha tempo a sufficienza si può mettere nel microonde non più di 30 secondi per volta, lasciandolo qualche secondo all’interno anche da spento, per evitare che il centro rimanga congelato e la crosta bruciata. Le fette, invece, impiegano dai 5 ai 10 minuti a temperatura ambiente lasciandole scoperte, e possono essere anche direttamente abbrustolite senza passare dallo scongelamento.

Come congelare il salame di cioccolato: può essere congelato intero, una volta pronto. Sarà poi sufficiente estrarlo dal freezer mezz’ora prima di servirlo e tagliarlo a fette non appena si sarà un po’ ammorbidito.

Come congelare la crostata: la pasta frolla può essere congelata cruda, avvolta nella pellicola e riposta in un contenitore adatto. Si può anche congelare la crostata una volta cotta e raffreddata: si taglia in quadrotti  e si lasciano congelare in freezer disposti su un vassoio, poi si trasferiscono in un contenitore ermetico da freezer.

Come congelare il pan  di spagna: una volta cotto e lasciato raffreddare, si congela non farcito, intero o in porzioni chiuse in contenitori da freezer.

Come congelare gli gnocchi, i ravioli e i tortellini: questi alimenti freschi e fatti a mano possono essere congelati prima di cuocerli, mettendoli in freezer disposti su un vassoio rivestito con carta da forno e, una volta induriti, vanno conservati in un contenitore ermetico adatto. Al momento di utilizzarli possono essere estratti dal freezer e versati subito in acqua bollente salata.

Come congelare il rotolo di spinaci: può essere congelato una volta cotto completamente e lasciato raffreddare. E possibile congelarlo intero oppure a pezzi, purché venga sigillato in contenitori ermetici adatti al freezer.

I cibi cotti

La zuppa: una volta cotta, si può congelare in monoporzioni o in un contenitore adatto, chiuso ermeticamente. E’ bene lasciare che si raffreddi del tutto prima di metterla nel freezer. Si consiglia, inoltre, di scongelarla in frigorifero anziché a temperatura ambiente.

Segui le mie ricette su Facebook e Google +

Lascia un commento

*