Tempo di…

frutta_e_verdura

Scegliere frutta e verdura di stagione ha numerosi vantaggi, per la nostra salute e per il territorio. Però basta fare un giro al supermercato per vedere che tante persone scelgono invece prodotti fuori stagione, forse per distrazione, forse per necessità, ma certo è che se tutti scegliessimo solo prodotti di stagione, potremmo generare un impatto ambientale più leggero e fare del bene alla nostra salute.

Ecco una sintesi:

  • dal punto di vista nutrizionale l’elemento cardine è il contenuto in vitamine e sali minerali, molto elevato nelle frutta e verdure che arrivano naturalmente a maturazione e vengono a breve consumate. I prodotti di serra invece presentano mediamente un contenuto vitaminico inferiore, in particolare per quanto attiene alla vitamina C e al β-carotene, che subiscono una irradiazione solare scarsa o perché, per aumentare la durata di conservazione, vengono raccolti prima della completa maturazione;

frutta-di-stagione

  • i vegetali non stagionali vengono stoccati o importati: in entrambi i casi il problema è relativo al tempo e alle modalità di conservazione. Con il passare dei giorni, delle settimane o anche dei mesi (si pensi che le mele possono essere conservate per 1 intero anno) avviene una graduale degradazione delle vitamine, amplificata dall’esposizione alla luce e dalle temperature più elevate. La vitamina C, la più labile tra tutte, nelle mele conservate in casa per 2 mesi si riduce di 2/3 e scompare completamente nella verdura conservata per qualche giorno a temperatura ambiente, la vitamina A si riduce del 35%, più stabili invece le vitamine del gruppo B e la vitamina E;

  • i prodotti stagionali inoltre hanno tendenzialmente percorso meno chilometri, e pertanto causato minor inquinamento;

  • utilizzando i ritmi naturali di accrescimento, necessitano di minor energia di produzione

  • rispettando i ritmi naturali di accrescimento, necessitano di un uso inferiore di pesticidi e fertilizzanti chimici;

verdura-di-stagione

  • tutto ciò si traduce in un minor impatto ambientale e in un costo al consumo mediamente inferiore;

  • seguire un’alimentazione rispettosa della stagionalità garantisce un apporto di nutrienti vario e completo,

  • soddisfa il principio della varietà tanto difficile da applicare anche per noi adulti ma specialmente per i nostri bambini;

  • scegliere prodotti di stagione significa incentivare le risorse del territorio;

  • I prodotti di stagione sono più gustosi e profumati!

Ma quali sono? Quanti sono? Quando sono di stagione? E, come utilizzarli al meglio? Iniziamo subito col dire che gli ortaggi sono delle piante che appartengono a specie coltivate diverse che, con la loro ricchezza di vitamine, sali minerali, oli essenziali ed enzimi, stimolano le funzioni più importanti del nostro organismo. Ogni verdura possiede un sapore caratteristico ed esercita un’azione stimolante per l’appetito. Dal punto di vista gastronomico poi, gli ortaggi possono essere cucinati in un’infinità di modi, facendo però attenzione al tempo di cottura che non deve mai essere né troppo lungo e né troppo breve. Le verdure, una volta cotte, devono mantenere il più possibile il loro colore originale e soprattutto devono rimanere croccanti. I loro colori, i profumi e i sapori che caratterizzano gli ortaggi, contribuiscono ad arricchire e completare le più svariate preparazioni di pasta, carne e pesce.

Per semplicità possiamo dividerli in:

Ortaggi a frutto cetrioli, pomodori, peperoni, melanzane…
Ortaggi a foglia cicoria, bietole, finocchi, spinaci…
Ortaggi a radice carota, rapa, rapanello, sedano rapa…
Ortaggi a bulbo cipolla, aglio, porro, scalogno…
Ortaggi a seme fagiolo, pisello, fava, taccola…
Ortaggi a fiore carciofo, cavolfiore, broccolo…
Ortaggi a tubero patata, topinambur…

Forse non tutti sanno che dopo la raccolta, gli ortaggi subiscono un calo di vitamine, nonostante la conservazione refrigerata. Il motivo di ciò è da attribuire all’interruzione della loro attività metabolica e, ne consegue che maggiore è il tempo trascorso tra la raccolta e il consumo, maggiore è la perdita dal punto di vista nutritivo. Altra considerazione da fare è che mentre gli ortaggi surgelati hanno un calo di vitamina C circa del 20-30%, le verdure in scatola, subiscono un calo dell’80%!

LA STAGIONE GIUSTA PER LA FRUTTA E LE VERDURE

MESI

FRUTTA

GENNAIO

Kiwi, arance, mandarini, mandaranci, limoni, pompelmi, mele, pere, clementine, frutta secca, (fichi, prugne, uvetta, datteri, albicocche ecc..), castagne..

FEBBRAIO

Kiwi, arance, mandarini, mandaranci, limoni, pompelmi, mele, pere, clementine, frutta secca (fichi, prugne, uvetta, datteri, albicocche ecc..), castagne..

MARZO

Kiwi, arance, cedri, mandarini, mandaranci, clementine, limoni, pompelmi, mele, pere, frutta secca (fichi, prugne, uvetta, datteri, albicocche ecc..)..

APRILE

Arance, limoni, pompelmi, cedri, mele, pere,nespole, kiwi, a fine mese le prime fragole..

MAGGIO

Arance, kiwi, mele, ciliege, fragole, pere, lamponi, nespole, pompelmi..

GIUGNO

Albicocche, amarene, ciliege, fragole, meloni, more di gelso, nespole, pere, prugne, pesche, pesche noci, lamponi, susine, ribes, uva spina..

LUGLIO

Albicocche, amarene, angurie, ciliege, fichi, meloni, mirtilli, more del gelso, fragole,  nespole, pere, prugne, susine, pesche, pesche noci, lamponi, ribes, uva spina..

AGOSTO

Albicocche, amarene, angurie, fichi, fichi d’india, meloni, mirtilli, more di gelso, more, nespole, pere, mele, susine, pesche, prugne, pesche noci, lamponi, ribes, uva spina..

SETTEMBRE

Albicocche, amarene, angurie, fichi, fichi d’india, meloni, mirtilli, more di gelso, more, nespole, susine, pere, pesche, prugne, pesche noci, lamponi, ribes, uva spina, uva..

OTTOBRE

Castagne, cachi, limoni, mele, noci, pere, melagrane, ananas, carrube, corbezzoli..

NOVEMBRE

Ananas, carrube, cachi, castagne, mele, melagrane, mandaranci, mandarini, arance, clementine, limoni, noci, pompelmo, kiwi, uva..

DICEMBRE

Kiwi, arancia, cachi, limoni, mandarini, mele, mele cotogne, pere, pompelmi, castagne, limoni, noci, frutta secca (fichi, prugne, uvetta, datteri, albicocche ecc..

 

MESI

VERDURE LEGUMI AROMI

GENNAIO

Barbabietole, Bietole, broccoli, broccoletti, carciofi, cardi, carote, cavolfiori, cavolini di Bruxelles, cicorie, cipolle, finocchi, indivia belga e riccia, lattuga, porri, radicchio rosso, rape, rosmarino, sedano, spinaci, prezzemolo, rapanelli, zucca..

 

FEBBRAIO

Barbabietola, Bietole, broccoli, broccoletti, carciofi, carote, cavolfiore, cavolini di Bruxelles, cavolo rosso, cicoria, cipolla, finocchi, indivia riccia, lattuga romana, patate, porri, prezzemolo, rapanelli, radicchio, radici amare, scarola, sedano, spinaci, verza..

MARZO

Asparagi, bietole, carote, broccoli, broccoletti, carciofi, cavoli, cavolfiore, cipollotti, finocchi, insalate, porri, rape, sedano, prezzemolo, radicchio, rapanelli..

APRILE

Aglio, asparagi, bietola, broccoletti, carciofi, ,cetrioli, cavolfiore, verza, carote novelle, cipolline, cipollotti, finocchi, melanzane, peperoni, porri, prezzemolo, coste, patate novelle, erba cipollina, fave, lattuga, maggiorana, menta, origano, ortica, piselli, rapanelli, sedano verde, spinaci, zucchine..

 

MAGGIO

Aglio, asparagi, bietole, carciofi romani, carote, cipolle, cipollotti, piselli, pomodori, prezzemolo, erba cipollina, fagiolini, fagioli, fave, insalate, melanzane, peperoni, finocchi, fiori di zucca, patat novelle, peperoni, rapanelli, rucola, sedano, spinaci, zucchine, cavolfiore, cetrioli..

GIUGNO

Aglio, asparagi, barbabietole, basilico, bietole, carote, cetrioli, cipolle bianche, cipollotti, fagioli, fagiolini, fave, insalate, patate novelle, melanzane, prezzemolo, peperoni, piselli, pomodori, radicchio, rapanelli, rucola, sedano verde, zucchine..

LUGLIO

Aglio, barbabietole, bietole, carote, basilico, cipollotti, cetrioli, fagiolini, fagioli, fave, lattughini, melanzane, peperoni, pomodori da insalata, rapanelli, rucola, sedano verde, zucchine, prezzemolo, radicchio..

AGOSTO

Aglio, barbabietole, bietola, carote, cetrioli, cipolle, fagioli, fagiolini, fave, finocchi, insalate, lattuga, melanzane, peperoni, pomodori, timo, prezzemolo, radicchio, rapanello, sedano, zucchine..

SETTEMBRE

Aglio, barbabietole, bietole, carote, cavolfiori, cavolo broccolo, verza, cetrioli, cipolla, fagiolini , finocchi, cicoria, coste, erbette, funghi (prataioli, porcini, chiodini, finferli), patate, pomodori, rucola, melanzane, peperoni, pomodori, prezzemolo, radicchio rapanello, sedano, spinaci, zucca, zucchine..

OTTOBRE

Aglio, barbabietole, bietole a costa, carciofi, carote, broccolo, cavolfiore, cavolini di bruxelles, verza, cipolla, cavolo cappuccio, funghi, radicchio rosso, rucola, valeriana, verza, zucca, finocchi, melanzane, peperoni, porri, pomodori, prezzemolo, rapanelli, spinaci, sedano, zucca, zucchine..

NOVEMBRE

Aglio, barbabietole, bietole, broccoli, carciofi, cardi, cavolfiori, cavoli, cavolini di Bruxelles, cime di rapa, finocchi, indivia belga, porri, rapa, scalogno, sedano bianco, zucca, carote, cavolo cappuccio, verza, cipolle, prezzemolo, rapanelli, sedano, spinaci, zucca..

DICEMBRE

Barbabietole, bietole a costa, bietoline, broccoli, carciofi, cardi, cavolini di Bruxelles, cavolfiore, carote, verza, cipolle, cavolo cappuccio, cicoria, finocchi, indivia, patate dolci, porri, radicchio, rape, scalogno, scarola, sedano bianco, spinaci, prezzemolo, rapanelli, zucca..

Segui le mie ricette su Facebook e Google+

Lascia un commento

*