Pesce serra ai carciofi

Questo post è stato letto821volte!

www.unacuocaimprovvisata.altervista.org

L’aspetto del pesce serra ricorda un po’ quello della spigola, e non è raro, infatti, che venga servito nei ristoranti, già sfilettato, col nome di ‘spigola francese’. Il suo peso si aggira per lo più tra gli uno e i dieci chili, e può raggiunge lunghezze superiori anche al metro. Le ricette che lo vedono protagonista in cucina sono però numerosissime, a partire dal sushi, in cui viene sfilettato e consumato crudo, ma può essere impiegato anche in preparazioni più classiche, come al forno con patate e pomodori, al cartoccio, ai ferri, o come ho fatto io, con i carciofi.

Ingredienti

2 pesci serra da 1 kg ciascuno 

4 carciofi grandi

1 limone non trattato

1 pomodoro secco

1 ciuffetto di prezzemolo

1 spicchio di aglio

1 bicchierino da caffè di vernaccia

Olio evo q.b.

Sale q.b.

Pangrattato q.b.

Procedimento

Al momento di acquistare il pesce chiedete la cortesia al vostro pescivendolo di fiducia di sfilettarlo.

Pulite i carciofi eliminando le foglie dure, poi tagliate le punte (per eliminare le spine), apriteli a metà e rimuovete le barbe interne. Quindi riducete i cuori in quattro parti e man mano immergeteli all’interno di un contenitore con acqua e limone in maniera da non farli annerire.

Sbucciate lo spicchio di aglio, lavate il pomodoro secco e il prezzemolo, poi sminuzzateli e mescolateli insieme.

Lavate per bene il pesce, poi tamponatelo con della carta assorbente da cucina per asciugarlo.

Rivestite una teglia con della carta da forno, irrorate con un filo di olio evo, disponete metà trito di aglio, prezzemolo e pomodoro secco, adagiate una parte dei carciofi, e spolverate con del pangrattato.

Sopra, sistemate il pesce e salate.

Unite i carciofi rimasti, il trito, un’altra spolverata di pangrattato e infine bagnate con la vernaccia. 

Portate in forno già caldo, e cuocete ad una temperatura di 180 gradi per circa 20 minuti.

Precedente Frittelle di mele Successivo Stufato di cavolo cappuccio

Lascia un commento